Formazione Politica

DON LUIGI STURZO VERSO GLI ALTARI… ANCHE DELLA POLITICA

Su “La Croce quotidiano”, nel mese di luglio 2016, sono stati pubblicati sei ritratti di protagonisti italiani del “Cattolicesimo politico dimenticato” del Novecento che il Popolo della Famiglia vede come altrettanti riferimenti e “radici” per il rinnovamento sociale e politico del nostro Paese. Fra questi profili uno è dedicato a Don Luigi Sturzo (1871-1959) e, come movimento a-confessionale ma di chiara ispirazione cristiana, non possiamo che rallegrarci della notizia recentemente apparsa sul “giornale ufficioso” della Santa Sede relativa alla chiusura della fase diocesana della causa di canonizzazione del sacerdote di Caltagirone (cfr. “Chiusa la fase diocesana della causa di canonizzazione di don Sturzo”, in “L’Osservatore Romano”, 25 novembre 2017, p. 4).

Mons. Sławomir Oder, vicario giudiziale del Tribunale ordinario della diocesi di Roma, ha così dichiarato presiedendo nel Palazzo apostolico lateranense l’avvio formale della causa di beatificazione e canonizzazione del servo di Dio siciliano: «Un sacerdote esemplare, un uomo libero e forte, e speriamo presto di poter dire, col consenso dell’autorità della Chiesa, un santo».

Anche dal grande patrimonio ideale, spirituale e politico di Don Sturzo abbiamo quindi tratto spunti e ricostruzioni per il 1° Seminario Nazionale di formazione storico-politica e per l’attività quotidiana del Popolo della Famiglia.

Giuseppe Brienza