Notizie

Un popolo è in movimento, lavoro estenuante : ce la faremo!

Giorni frenetici per la raccolta firme del Popolo della Famiglia, in vista delle politiche del 4 marzo 2018. Macchina burocratica gigantesca, corse in giro per il Piemonte nei vari uffici, moduli nuovi che saltano fuori dal nulla, telefonate impreviste per qualche comunicazione dell’ultimo momento e notti insonni pensando se tutti i pezzi del puzzle sono stati incastrati correttamente. Si rincorrono nel web le informazioni necessarie per accedere ai punti raccolta firme dove i certificatori abilitati attendono i firmatari. Solo chi è parte integrante di questo sistema amministrativo capisce il lavoro immane da svolgere. A pochi giorni dalla fine dell’estenuante lavoro il PdF è quasi in dirittura d’arrivo per presentare alla Corte d’Appello la modulistica necessaria che segna la fine del primo passo: sottoscrizioni raggiunte. Si lavora senza tregua per portare un cambiamento al Paese che da tempo aspetta.
Concluso questo primo momento, inizierà la vera e propria propaganda elettorale che, se rapportata alla fase precedente, sarà uno “stimolante confronto”. Trovare il maggior numero possibile di consensi per raggiungere il 3% nazionale e avere dei seggi in Parlamento che diano voce a chi oggi non ce l’ha, questa sarà la seconda ed ultima fase.
Squadra compatta, ognuno con il proprio ruolo, sapendo che la posta in gioco è davvero alta e senza precedenti. Un popolo in movimento che non si fermerà finché l’obiettivo non sarà stato raggiunto. Impagabile tornare a casa, stanchi ma sapendo di aver dato il proprio contributo per il bene dell’Italia, che vuole tornare a splendere dopo svariate stagioni politiche senza frutto.
Una firma per presentarci e una croce per rappresentarvi!
Popolo della Famiglia–Piemonte